RC Professionale dei Tributaristi – Guida completa

Anche per i tributaristi vige l’obbligo per legge di stipulare la polizza di RC professionale, dato che si tratta di professione intellettuale e di conseguenza il tributarista assume un obbligo di “mezzo” nei confronti del cliente.

Le compagnie assicurative, come per gli altri professionisti, chiedono che venga compilato un questionario dove saranno raccolti i dati del tributarista e che sarà parte integrati del contratto; in base ai dati forniti nel questionario verrà calcolato il tasso assicurativo per assumere il rischio e di conseguenza il premio che il tributarista dovrà corrispondere.

Vediamo nel dettaglio cosa copre la polizza, le possibili estensioni di copertura e gli aspetti fondamentali a cui stare attenti prima di stipulare il contratto assicurativo.

COSA COPRE LA POLIZZA
La polizza professionale dei tributaristi copre tutti i danni che il professionista possa arrecare a terzi nello svolgimento della propria attività.
La compagnia assicurativa, a fronte del pagamento del premio, si impegna a tenere indenne l’Assicurato di quanto questi sia tenuto a pagare a titolo di risarcimento. Come per gli altri contratti di RC Professionale visti fin qui si parla sempre di capitale, spese ed interessi.
Gli ambiti di copertura delle principali compagnie specializzate sono:
–  Perdita documenti e valori
–  Responsabilità civile terzi nella conduzione dello studio
–  Privacy (errato trattamento dei dati personali)
–  Mediazione per la conciliazione delle controversie
–  Sanzioni
–  Dolo di soggetti di cui l’assicurato debba rispondere

 

LE ESTENSIONI DI POLIZZA
– Studi associati
– Attività di amministratore condominiale
– società di servizi contabili (EDP)
– Visto di conformità
– Revisore/Sindaco/OdV

 

4 PUNTI FONDAMENTALI DA CONSIDERARE PRIMA DI STIPULARE LA POLIZZA
1) Scoperto: se è presente potreste tenervi a carico una fetta importante del danno (pensate ad esempio se in polizza è prevista la franchigia in forma percentuale, cosiddetta “scoperto”, del 10%; su un danno da diverse migliaia di Euro potrebbe essere molto pesante
2) Retroattività: l’ideale è avere una copertura “illimitata”, le compagnie specializzate la forniscono.
3) Formula contrattuale: Si può optare tra “ALL RISKS” e rischi nominati; la prima è decisamente più capiente.
4) Sottolimiti: verificate che non siano presenti eventuali sottolimiti di copertura per alcuni specifici danni, che abbasserebbero il massimale anche di molto; va precisato che a volte non è possibile rinunciarvi, quindi in generale valutate l’insieme dei vari aspetti.

 

QUOTAZIONE GRATUITA RC PROFESSIONALE E SERVIZIO DI COMPARAZIONE
Se sei un tributarista e non hai ancora stipulato la copertura professionale CONTATTAMI senza impegno, valuteremo insieme tra le possibili soluzioni sul mercato.

Se invece hai già una polizza in corso possiamo verificare insieme la validità delle coperture e se sul mercato esistano soluzioni migliorative.

Da oggi è possibile utilizzare il PREVENTIVATORE direttamente in home page, verifica coperture e costi prima ancora di contattarmi.